Eventi

L’Artigiano in Fiera

Per il secondo anno consecutivo ho assistito alla Fiera dell’Artigianato che si è svolta dal 29 Novembre all’8 Dicembre a Fiera Milano-Rho. Da raggiungere è molto semplice dato che è possibile prendere la metropolitana della linea Rossa in direzione Rho-Fiera per arrivare direttamente sul posto; in alternativa, dalla stazione di Milano Porta Garibaldi è possibile prendere un passante in direzione Varese o Novara e scendere alla fermata di Rho-Fiera con un tragitto di 15 minuti. Tutte le informazioni necessarie si trovano sul sito www.artigianoinfiera.it .

Scaricando l’anteprima della mappa dal sito potrete vedere con i vostri occhi che è davvero immensa, con tantissimi Paesi rappresentati, ognuno dei quali esporrà cose originali e caratteristiche delle proprie tradizioni. Una volta all’interno dei padiglioni lasciatevi guidare dal flusso della folla che percorre i corridoi, soffermandovi sulle cose che più vi interessano e gustando alcuni piatti tipici delle diverse località. Mete interessanti ce ne sono molte (tutte direi), anche se purtroppo non sono tutte bene rappresentate. Ci sono infatti alcuni Paesi ai quali è stato dedicato uno spazio espositivo molto ampio, mentre altri sono un po’ messi in disparte nonostante siano altrettanto interessanti e particolari.
Il punto forte di questa fiera è il riuscire a valorizzare la bellezza dei singoli Paesi mettendo a confronto le grandi diversità che intercorrono tra i popoli. Ovviamente si perde un po’ di atmosfera dato che culture diverse si trovano a pochi passi l’una dall’altra e cogliere a pieno ognuna di esse è impossibile. Però questa occasione deve solo essere un “assaggio” e vi prometto che scoprirete voi stessi a dire “Lì devo andare per forza”. E in questa affermazione si realizza l’obiettivo della Fiera dell’Artigianato: suscitare interesse per luoghi e culture anche completamente diverse dalla propria identità.

Se vi trovate a Milano o nei dintorni durante il periodo in cui è organizzata questa fiera vi consiglio di farci un salto, almeno una volta, anche solo per stupirvi degli odori, dei sapori e degli oggetti che troverete. Deve essere uno stimolo per poi partire davvero verso Paesi del mondo nuovi e sempre affascinanti. Un ultimo consiglio: non visitate solo gli spazi espositivi dei Paesi che più vi interessano, ma date spazio anche a quelli che meno vi attraggono perché è un’opportunità per scoprire qualcosa di nuovo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *